Elena Fucci – Aglianico Del Vulture DOC Titolo 2006

aglianico_titolo_2006Si è parlato tanto e se ne parlerà ancora di Elena Fucci, giovane enologa e titolare dell’azienda, che da qualche anno a questa parte ha dato una sua interpretazione in chiave moderna all’Aglianico del Vulture producendo il, super premiato, Titolo unica etichetta aziendale.

Assaggiato più volte e in millesimi diversi non ha mai tradito e si è rivelato sempre un ottimo vino, frutto di un buon lavoro, anche se personalmente non è proprio il mio ideale di Aglianico del Vulture (questa è una considerazione prettamente PERSONALE!).

Il colore è un bel rosso rubino, fitto e intenso, brillante con una tonalità perfetta senza nessuna sbavatura.
Versandolo nel bicchiere inizia a scoprire la sua indentità dimostrandosi un vino con carattere e di una certa importanza.

I sentori al naso sono molteplici, complessi, ogni volta che avvicini il bicchiere al naso è un turbinio di sentori minerali, di grafite e terreno vulcanico; poi i profumi diventano leggermete fruttati ricordando la mora e la prugna. Lasci fermo il bicchiere e vieni avvolto da leggere note vanigliate, liquirizia e rabarbaro. Profumi delicai e discretamente persistenti.

In bocca ha un ingresso elegante e, nonostante sia di gran corpo, ancora con una trama tannica ben presente ma fine, setosa ed avvolgente. Un equilibrio perfetto, durezze e morbidezze perfettamente equilibrate, nessuna sbavatura e una rotondità di buona persitenza e armonia che piano piano svaniscono lasciandoti un leggero ricordo di liquirizia e cacao amaro.

Un vino a cui non si può trovare nessun difetto, forse troppo perfetto, che con la sua precisione mi ricorda molto  alcuni vini bordolesi e toscani derivati da blend di uve internzionali…questo no, è Aglianico del Vulture! Brava Elena.

Questa voce è stata pubblicata in Basilicata, Degustazioni, Italia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *