Pavese Ermes – Blanc De Morgex Et De La Salle 2009 Vallèe D’ Aosta DOP

morgexInanzitutto ringrazio Fabrizio Gallino che, regalandomi questa bottiglia, mi ha dato la possibilità di conoscere eccellenze nascoste della Valle D’ Aosta! Questà è condivisione!

Avevo sentito parlare già da tempo, fin dai corsi AIS e persino in Università, del vitigno Priè Blanc ma non avevo mai approfondito e mai mi ero preoccupato di procurarmi vini della Valle.
E’ un vitigno autoctono della Valle d’Aosta coltivato a circa 900 – 1200 metri di altezza, è uno dei pochi ad essere a piede franco, quindi non innestato su porta-innesto americano, viene coltivato a La Salle e Morgex e resiste alla phylloxera.

Il vino che ne deriva prende il nome di Blanc de Morgex et De La Salle, il suo colore è un verdolino molto scarico, limpidissimo e cristallino! Subito mi vengono in mente i pascoli montani della Valle!

Al naso vengo subito colpito da un sentore di rosa, delicato e persistente, frutta un po’ acerba (credo dato dalla troppa gioventù del vino) ed infine una sensazione di erbe montane e fiori che ti fanno immaginare quei territori valdostani.

In bocca spicca subito la sua acidità tagliente, la mineralità,la sapidità e subito il pensiero corre verso le montagne di Morgex. Un leggero ritorno amaragnolo ed erbaceo che chiudono in un a lunga persistenza.

Un vino che mi ha lasciato il segno, difficile da dimenticare, probabilmente bevuto non nel momento giusto ma che  ha aumentato la voglia e la curiosità di conoscere i vini Valdostani.

Se vi incuriosiscono questi vini vi consiglio di leggere anche il post di chi “ha nel cuore” la Valle d’Aosta su Enofaber’s Blog

Questa voce è stata pubblicata in Degustazioni, Italia, Valle d'Aosta e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *