Pietro Beconcini – Rosso Toscana IGT Reciso 2006

recisoEra da un po’ di tempo che volevo provare i vini di Pietro Beconcini , ma non avevo l’ispirazione, non arrivava il momento giusto e invece, questa volta, scendendo in cantina,  non sapendo cosa stappare e girandomi intorno nella confusione più totale ecco che mi viene incontro questa bottiglia di Reciso.

Un vino ottenuto dal 100% di  due cloni di  Sangiovese e che dovrebbe essere il vino rappresentativo dell’azienda.

Versando il vino nel calice mi stupisce subito la sua viscosità e concentrazione. Il colore è fitto, un rubino molto intenso e quasi impenetrabile.

Tenendo il bicchiere a 15 cm dal naso inizio a sentire i primi profumi un po’ vinosi che lasciano posto, avvicinando il bicchiere al naso, a sentori di frutta rossa concentrata riconducibile a mora e prugna. Lasci ossigenare il liquido e ti immergi in sentori speziati molto persistenti leggermente vanigliati e tostati, poi caffè e sentori un po’ eterei e di vernice. Molto complesso.

Faccio entrare il liquido e subito a primo impatto acidità e tannino si prendono a “botte”, poi il palato inizia ad abituarsi e alla seconda bevuta trovi questo vino piacevole con un buon corpo, ben amalgamato e con il ritorno di frutta e caffè tostato.

Un vino che ha bisogno di essere affiancato da piatti complessi e ben strutturati, forse, bevendolo da solo a causa della sua intensità e concentrazione non riesce a esprimere in modo ottimale tutto il suo potenziale.

Questa voce è stata pubblicata in Degustazioni, Italia, Toscana e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *