Tagli…

Tagli

Sempre alla scoperta della versatilità che può avere l’Aglianico ecco qui due grandi esempi…

Sento molti che si lamentano del tannino, sempre molto presente, dell’Aglianico e dell’Aglianico del Vulture (in fondo l’origine del vitigno è la medesima!) ma, in alcuni casi può veramente essere di aiuto!

Montevetrano 2005 di Silvia Imparato un grande vino ottenuto in terra Campana da un blend di Cabernet Sauvignon 60% Merlot 30% e Aglianico 10% e da un grande Enologo…tale Riccardo Cotarella. Quasi un taglio bordolese ma, con quella personalità diversa, particolare, unica…un vino che non dimentichi.

Colore concentratissimo e olfatto persistente, intenso…ti porta nel suo mondo! Tabacco, liquirizia, spezie e una leggera nota tostata legnosa ne fanno un bouquet piacevole e mai scontato.

Lunghissimo in bocca…indimenticabile! Sorso corposo che inizia con una morbidezza goduriosa immediatamente smorzata da un tannino diretto, pieno e avvolgente e a lungo persitente. Un vino che chiama carne…

Ossimoro 2008 di Agricole Pietraventosa di Marianna Annio (ne avevo parlato qui) mi stupisce nuovamente con questo vino ottenuto da Primitivo 75% e Aglianico 25% , secondo me un gran progetto!

Anche in questo caso ci troviamo davanti un calice con colori intensi e impenetrabili che ti danno la sensazione di un vino vivo e carnoso. Qui mi ritrovo con il naso immerso in profumi sensuali che ricordano frutta matura e spezie quasi dolciastre (tipiche del Primitivo).

Anche qui l’Aglianico ci mette del suo accostandosi alla morbidezza del vitigno principale con una bella spalla e soprattutto un tannino presente, intenso ma fine e piacevole! Un’accoppiata perfetta! Anche qui la beva richiede un bel piatto a base di carne a base di Agnello o Cingliale.

Due grandi vini da non farvi scappare e soprattutto due belle interpretazioni con lo zampino del mio amato Aglianico!

 

Questa voce è stata pubblicata in Campania, Degustazioni, Italia, Puglia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *