Vigne Mastrodomenico – Passito Basilicata IGT Shekàr

shekarCome ho ribadito più volte l’Aglianico del Vulture non è solo vino rosso fermo!

Puo essere un passito come nel caso di Shekàr.

La famiglia Mastrodomenico ci ha creduto e ha prodotto questo vino capace di regalare grandi soddisfazioni e di distinguersi dalla massa dei vini dolci passiti.

Cura maniacale delle viti, appassimento sulla pianta, bassisima resa, la voglia di fare bene, l’amore per la propria terra e l’ambiente hanno permesso di ottenere questo nettare.

Shekàr non è un passito qualsiasi, già dai suoi profumi ti accorgi che non vuole essere prepotente, è fine, delicato e si lascia annusare con piacere emanando sentori di cacao, cioccolato, liquirizia contornati di profumi di frutta matura e confettura, caldi e sensuali.

In bocca ti emoziona, per nulla stucchevole, freschezza e tannino fine avvolgono il palato, morbido e setoso rilascia una leggera dolcezza intensa e persistente. Nonostante sia un vino passito ha una beva eccecionale che non ti stanca anzi…ti invita ad avere sempre il calice pieno.

Ottimo da abbinare a dolci secchi e al cioccolato ma ideale per passare una bella chiacchierata tra amici.

Faccio i miei complimeti a Vigne Mastrodomenico perchè hanno sempre creduto in questo progetto ottenedo anche il primo vino italiano che segue la tracciabilità Farm to Fork.

Questa voce è stata pubblicata in Basilicata, Degustazioni, Italia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *