#viniacasamia – in giro per il Vulture

2014-03-19 18.58.56

Per prima cosa vorrei ringraziare Marco Ghezzi che il 19 Marzo mi ha dato la possibilià, in quel di Milano,  di parlare di un grande vino e di un territorio stupendo!

La serata è stata molto interessante e mi ha colpito molto la curiosità e l’interesse che ha suscitato, ai partecipanti, l‘Aglianico del Vulture e il Suo territorio.

Sono stati apprezzati tutti e 4 i vini e molte persone si sono soffermate sulle diverse  interpretazioni dei produttori e sulle differenze che il terreno può trasmettere al vino.

Strapellum 2008 di Tenute D’Auria ha colpito per la  semplicità di approccio e per i  profumi fruttati e piacevoli;

Oraziano 2008 di Casa Vinicola Martino è piaciuto molto per la bottiglia. Beva immediata. Tannino fine e piacevole, buona struttura e rotondità molto apprezzata;

Likos 2009 di Vigne Mastrodomenico assaggiatissimo per la sua scontrosità e per  essere un po’ rude. Tannino intenso, persistente ma mai fastidioso…anzi piacevole! Per gli amanti dei vini duri!

Roinos 2008 di Eubea, campione di eleganza e raffinatezza! Profumi balsamici e speziati, bocca fine e piacevole, persistente, intensa…un vino che non si fa dimenticare!

Nessun vinto e nessun vincitore, l’Aglianico Del Vulture è stato il protagonista e si è fatto apprezzare da chi non lo conosceva e amare, ancor di più, da coloro che avevano già avuto  la fortuna di conoscerlo!

Ancora un grande ringraziamento a Marco Ghezzi, a tutti i partecipanti e al lavoro che hanno fatto i produttori.

Spero di poter ripetere la serata con altre zone e altri vini perchè c’è ancora tanto da far conoscere del magico mondo del Vulture!

Alla prossima…

Questa voce è stata pubblicata in Approfondimenti, Basilicata, Degustazioni, Eventi, Italia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *